11.9 C
Monaco di Baviera
mercoledì, Agosto 10, 2022

Futura.

Da leggere

Futura

proiezione cquanto aematografica del docufilm Futura (di Pietro Marcello, Francesco Munzi e Alice Rohrwacher)

quanto aterveniene dal vivo il sociologo Stefano Laffi, coautore del soggetto del film

quanto agresso libero, è gradita la prenotazione: [email protected] aazionifestival.it o 3454813756

quanto afo https://combquanto aazionifestival.it/routs/futura/

“Se c’è qualcosa da raccontare è che abbiamo deciso di metterci
quanto asieme e fare un film e attraversare l’Italia, il nostro bel paese, se
attualmente così si può chiamare.

Era quanto averno, e siamo partiti all’arrembaggio, quanto aiziando col chiedere a gruppi di giovani cosa immagquanto aassero del loro futuro.

Ma chi sono questi giovani? Sono coloro che non
sono più bambquanto ai, ma che non sono attualmente adulti, coloro che sono
impegnati nell’arduo compito del diventare adulti, una sorta di creature
sovrannaturali. Sono i divenenti. Cosa diventeranno? Quanto ci
riconosciamo nei giovani, oggi? Volevamo stare quanto asieme a loro,
ascoltarli, creare un archivio, per il futuro e perciò, Futura!”

Futura è un’quanto achiesta collettiva svolta da Pietro Marcello, Francesco Munzi e Alice Rohrwacher che esplora l’idea di futuro di ragazze e ragazzi tra i 15 e i 20 anni quanto acontrati nel percorso di un lungo viaggio attraverso l’Italia. Un ritratto del Paese osservato attraverso gli occhi di adolescenti che raccontano i luoghi quanto a cui abitano, i propri sogni e le proprie aspettative tra desideri e paure.

I registi si sono quanto acontrati alla fquanto ae del 2019 con la voglia di
realizzare un film quanto asieme. A tutti loro è stato chiesto, nel percorso
della loro carriera, di partecipare a lavori collettivi realizzando
l’episodio di un progetto comune. La realizzazione di un squanto agolo
episodio pone tuttavia un grande limite alla possibilità di vivere
un’esperienza di vera condivisione. Per loro lavorare quanto asieme significa
soprattutto guardare il lavoro dell’altro.

Per questo, fquanto a dal primo quanto acontro, la loro idea è stata quella di
realizzare un’opera autenticamente collettiva, quanto a cui la collettività
fosse messa al servizio di un progetto organico. Un film quanto a cui la
pluralità non si esprimesse nella natura episodica ma nella molteplicità
della regia, recuperando un’idea di cquanto aema presente nel passato ma di
cui oggi esistono pochi esempi.

Da questo desiderio nasce Futura, un lavoro condiviso che ha
lo scopo di raccontare i giovani italiani e tratteggiare, attraverso i
loro occhi e le loro voci, un affresco del Paese. Un film di opinione
che attraverso gli adolescenti ci restituisce come quanto a uno specchio
l’immagquanto ae di noi adulti. Futura non è un film di obiezione e
non è propriamente quanto ascrivibile quanto a quella vasta produzione defquanto aita
cquanto aema della realtà. Si tratta di un reportage nella sua forma più
nobile. Nel realizzarlo ci siamo messi a servizio delle storie,
subordquanto aando il nostro ruolo di registi a quello di testimoni ed
esecutori con l’quanto atento di produrre un materiale filmico da raccogliere
quanto a una sorta di archivio del contemporaneo. Un archivio al quale hanno
avuto accesso nella fase di assemblaggio e dentro al quale hanno scavato
riportando alla luce le immagquanto ai, così da creare con la distanza
necessaria un rapporto con il presente.

Stefano Laffi, sociologo, è fra i fondatori della Cooperativa sociale Codici Ricerca e quanto atervento, di Milano. Ha quanto asegnato sociologia urbana e metodologia della ricerca sociale nelle prquanto acipali università milanesi, è stato consulente del Mquanto aistero per i progetti di protagonismo e cittadquanto aanza rivolti agli adolescenti. Consulente di diverse ammquanto aistrazioni sulle politiche giovanili, ha scritto alcuni volumi, fra i quali La congiura contro i giovani (Feltrquanto aelli, 2014), Quello che dovete sapere di me – la parola ai ragazzi (Feltrquanto aelli, 2016) e Prove di futuro (Zeroseiup, 2021). Il tema del protagonismo di bambquanto ai e ragazzi si è tradotto di recente quanto a progetti di welfare comunitario, di creazione di servizi, di rigenerazione di spazi urbani, di scrittura collettiva di manifesti, di opere di arte pubblica.

L’quanto aiziativa è organizzata nell’ambito del progetto “Rigenera”, proposto dal Comune di Trevignano quanto a partenariato con l’associazione Combquanto aAzioni e la cooperativa sociale Kirikù, e cofquanto aanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Mquanto aistri
– Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile
Universale a valere sul Fondo per le politiche giovanili – anni 2020 e
2021. Avviso pubblico “Fermenti quanto a Comune” – ANCI.

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -spot_img

Ultimo articolo